Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

Studi scientifici

L’olivo: la pianta più studiata al mondo

L’olivo è la pianta più studiata al mondo. Esistono oltre 16.500 ricerche e studi scientifici che accertano le proprietà delle molecole presenti nelle sue foglie.

L’Università di Trieste ha certificato che nell’infuso di foglie d’olivo ci sono le 5 molecole antiossidanti più efficaci presenti in natura: Oleuropeina, Acido Elenolico, Rutina, Tirosolo, Idrossitirosolo.

Vediamo alcune ricerche scientifiche sulle foglie d’olivo presenti sul sito ufficiale EvergreenLife

Studio circa il meccanismo dell’azione antimicrobica dell’oleuropeina 
Autori:
 Juven B, Henis Y, Jacoby B 
Istituto:
 Divisione di Tecnica Alimentare, Istituto Volcani di Ricerche Agricole, Rehovot, Israele Anno: 1972

Valutazione comparativa degli effetti antibatterici ed antiparassitari di alcuni composti fenolici delle foglie di olivo 
Autori:
 Aziz NH, Farag S, Mousa L, Abo Zaid
Istituto: Centro Nazionale di Ricerca Radioattiva e Tecnologica, Nasr City, Cairo 
Anno:
 1998

Attività antimicrobica dell’oleuropeina e dell’idrossitirosolo misurate in vitro 
Autori:
 Bisignano G, Tomaino A, Lo Cascio R, Crisafi G, Uccella N, Saija A
Istituto: Reparto Farmaco Biologico dell’Università degli Studi di Messina 
Anno:
1999

Attività antimicotica dell’oleuropeina misurata in vitro 
Autori:
 Furieri P, Marino A, Saija A, Uccella N, Bisignano G 
Istituto:
 Reparto di Scienze Microbiologiche e Ginecologiche, Università degli Studi Catania 
Anno:
 2002

Attività antibatterica delle foglie di olivo misurata in vitro 
Autori:
 Markin D, Duek L, Berdicevsky I
Istituto: Reparto di Microbiologia, Facoltà di Medicina Rappaport, Technion, Istituto di Tecnologia, Haifa, Israele. 
Anno:
 2003

Attività contro HIV virus dell’ estratto di foglie di olivo Autori: Bao J, Zhang DW, Zhang JZ, Huang PL, Lee-Huang S
Istituto: Facoltà di Chimica, Università di New York, New York USA. 
Anno:
 2007

Meccanismo degli effetti antivirali dell’idrossitirosolo sui virus dell’influenza A compreso H1N1, H3N2, H5N1, H9N2 e sottotipi 
Autori:
 Yamada K, Ogawa H, Hara A, Yoshida Y, Yonezawa Y, Karibe K, Nghia VB, Yoshimura Yamamoto Y, Yamata M, Nakamura K, Imai K, 
Istituto:
 Università di Agricoltura e Medicina, Obihiro, Hokkaido, Giappone 
Anno:
 2009 Luglio.

Funzione antiossidante e sui radicali liberi
Problemi cardiovascolari, ipertensione, colesterolo, diabete
ARTICOLI, SPERIMENTAZIONI, TEST E REVISIONI

Uno degli studi più completi e meglio sintetizzati a livello medico-scientifico sugli effetti delle foglie di olivo sull’organismo umano è quello pubblicato nel 2014 sul Internal Journal of Molecular Science:
“Effetti del polifenolo oleuropeina, derivato dall’olivo, sulla salute umana”

Ci sono poi numerosissimi altri studi più specifici volti a dimostrare che gli effetti benefici delle foglie di ulivo sono davvero molteplici.

 

Vediamone alcuni:
Azioni generali
Titolo: Progresso della ricerca sulle attività biologiche dell’estratto di foglie di Olivo

Fonte: National Center for Biotechnology Information (Pubmed)

Anno: 2016

Abstract: L’olio di olivo (Olea europaea) è una delle parti più importanti del “modello dietetico mediterraneo” e molte evidenze epidemiologiche hanno dimostrato che con la dieta mediterranea le persone hanno una minore morbilità delle malattie del sistema cardiovascolare, del cancro della pelle e del colon. I benefici per la salute di una dieta mediterranea non sono solo attribuiti agli acidi grassi monoinsaturi e alle vitamine e altri nutrienti nell’olio di O. europaea, ma anche ai composti fenolici con effetto antiossidante. Gli studi hanno dimostrato che la foglia di O. europaea contiene molta più attività antiossidante rispetto alla frutta, e l’oleuropeina, i flavonoidi come i polifenoli sono i principali ingredienti attivi nella foglia di olivo (O. europaea). Una piccola quantità di O. europaea è stata introdotta in Cina nel 1956, dopo esser stata ampiamente coltivata in Fujian, Guangdong, Taiwan, Sichuan, Shaanxi, Yunnan e Longnan, nella provincia di Gansu, che è la più grande area di piantagioni di ulivi (O. Europaea) nel paese. Ogni potatura invernale di O. europaea produrrà un gran numero di foglie, che potrebbero essere prodotti ad alto valore aggiunto (composti fenolici) di ricca fonte. Questo articolo, fatto consultando la letteratura in patria e all’estero, ha classificato e riassunto lo stato della ricerca sull’attività biologica dell’estratto di foglie di olivo (O. europaea) e dei possibili meccanismi, tra cui antimicrobico, antitumorale, antiossidante, sulla funzione del cervello, sistema cardiovascolare, anti-diabete , antinfiammatorio, analgesico e così via. Allo stesso tempo ha guardato avanti alle prospettive di sviluppo dell’estratto di foglie di O. europaea che ha varietà e alto contenuto di principi attivi e sinergia antiossidante, che forniscono una base teorica per l’ulteriore sviluppo e utilizzo della foglia di ulivo (O. europaea). L’estratto di foglie di O. europaea ha una fonte economica e  numerosa e una buona biodisponibilità, che gli ha fornito un ampio spazio nell’applicazione delle cure mediche e sanitarie.

Titolo: Assorbimento umano e metabolismo dell’oleuropeina e dell’idrossitirosolo ingeriti come estratto di foglie di ulivo

Fonte: National Center for Biotechnology Information (Pubmed)

Anno: 2013

Abstract: I composti fenolici derivati ​​dalla pianta di ulivo (Olea europaea L.), in particolare l’idrossitirosolo e l’oleuropeina, hanno molti effetti benefici in vitro. Le foglie di olivo sono la fonte più ricca di composti fenolici dell’olivo e l’estratto di foglie di olivo (OLE) è ora un nutraceutico popolare preso sia come liquido che come capsule. Per quantificare la biodisponibilità e il metabolismo di oleuropeina e idrossitirosolo assunto come OLE, nove volontari (cinque maschi) di età compresa tra 42,8 ± 7,4 anni sono stati randomizzati a ricevere OLE capsulato o liquido in dose singola inferiore (51,1 mg di oleuropeina, 9,7 mg di idrossitirosolo) o superiore (76,6 mg di oleuropeina, 14,5 mg di idrossitirosolo), e quindi la dose opposta (ma stessa formulazione) una settimana dopo. Campioni di plasma e urine sono stati raccolti a intervalli fissi per 24 ore dopo l’ingestione. Il contenuto fenolico è stato analizzato da LC-ESI-MS / MS. I metaboliti coniugati di idrossitirosolo erano i metaboliti primari recuperati nel plasma e nelle urine dopo l’ingestione di OLE. Le concentrazioni di picco di oleuropeina nel plasma erano maggiori dopo l’ingestione di liquido rispetto alle preparazioni in capsule (0,47 versus 2,74 ng / ml; p = 0,004), ma non si osservava tale effetto per le concentrazioni di picco di idrossitirosolo coniugato (solfatato e glucuronato) (p = 0.94). Tuttavia, quest’ultimo picco è stato raggiunto prima con la forma liquida (93 contro 64 minuti, p = 0,031). C’è stato un effetto dovuto al genere sulla biodisponibilità dei composti fenolici, con i maschi che mostrano una maggiore area plasmatica sotto la curva per l’idrossitirosolo coniugato (11.600 versus 2550 ng / mL; p = 0.048). Tutti i metaboliti coniugati di idrossitirosolo sono stati recuperati nelle urine entro 8 ore. C’era un’ampia variazione interindividuale. L’OLE trasporta efficacemente i metaboliti di oleuropeina e idrossitriolo nel plasma umano.

Titolo: Foglie di olivo: potenziali effetti benefici sulla salute umana

Fonte: National Center for Biotechnology Information (Pubmed)

Anno: 2009

Abstract: Le foglie di olivo (Olea europaea L.) sono state ampiamente utilizzate nei rimedi tradizionali in paesi europei e mediterranei come Grecia, Spagna, Italia, Francia, Turchia, Israele, Marocco e Tunisia. Sono stati utilizzati nella dieta umana come un estratto, una tisana e una polvere e contengono molti composti potenzialmente bioattivi che possono avere proprietà antiossidanti, antiaterogeni, antiipertensive, antinfiammatorie, ipoglicemizzanti e ipocolesterolemizzanti. Uno di questi composti potenzialmente bioattivi è l’oleuropeina, che può costituire fino al 6-9% della sostanza secca nelle foglie. Altri componenti bioattivi presenti nelle foglie di ulivo includono secoiridoidi, flavonoidi e triterpeni correlati. Le prove a supporto degli effetti potenzialmente benefici delle foglie di ulivo sulla salute umana sono presentate in questo studio condotto dal Dipartimento di Ingegneria Alimentare, Sezione Alimentazione, Ege University di Izmir, Turchia.

Titolo: Benefici dei polifenoli della foglia di olivo (Olea Europaea) per la salute umana

Fonte: National Center for Biotechnology Information (Pubmed)

Anno: 2014

Abstract: I composti fenolici presenti nelle foglie di olivo, in particolare l’oleuropeina, sono associati ad attività antiossidante, antiipertensiva, ipoglicemizzante, ipocolesterolemica e cardioprotettiva. Inoltre, gli studi associano l’oleuropeina ad un effetto antinfiammatorio nel trauma del midollo osseo e come supporto nel trattamento dell’obesità.
Tiroide
Colesterolo
Obesità
Glicemia
Diabete
Sindrome metabolica
Parkinson
Gotta
Coliti ed infiammazioni intestinali
Tumori
Microbi e batteri
Effetti antinfiammatori
Gastrite
Pressione
Depurazione fegato
Cardiotonicità